Il libro propone di guardare ai quartieri di edilizia residenziale pubblica come importante risorsa strategica per costruire delle nuove politiche pubbliche per la casa e per le aree del disagio urbano, introducendo una radicale inversione di prospettiva rispetto alla tendenza a considerarli come un problema di cui liberarsi. Il quartiere di San Siro a Milano, al centro di tre anni di lavoro - nel e con il quartiere - viene visto nel volume come un laboratorio di ricerca in questa direzione, un campo paradigmatico di osservazione e di interazione, che offre materiali inediti per cogliere alcune delle maggiori sfide della città contemporanea. Diseguaglianze sociali e spaziali, crescita di una molteplicità di forme di disagio abitativo grave, capacità di adattamento e di convivenza, diverso grado di accesso ai diritti, divengono elementi per riflettere su cosa si intenda oggi nella società della diversità per azione “pubblica” per la casa e l’abitare. Apprendere da questa condizione significa metterla alla prova nelle sue luci e ombre guardando ai problemi ma anche al patrimonio di risorse e di capacità che esistono e si sono venute sviluppando all’interno di questo contesti. Significa inoltre mettere alla prova, da un lato, i modi del fare ricerca e la loro capacità di rappresentare la complessità dei problemi e di supportare politiche più adeguate e sensibili alle situazioni locali e alle istanze sociali emergenti. Dall’altro riflettere sul senso dell’intervento pubblico sulla casa, oggi, mettendo in discussione l’assunzione implicita che una azione pubblica per l’abitare sia “cosa superata”.

Perché (ancora) quartieri pubblici. Un laboratorio di politiche per la casa

F. Cognetti;
2018-01-01

Abstract

Il libro propone di guardare ai quartieri di edilizia residenziale pubblica come importante risorsa strategica per costruire delle nuove politiche pubbliche per la casa e per le aree del disagio urbano, introducendo una radicale inversione di prospettiva rispetto alla tendenza a considerarli come un problema di cui liberarsi. Il quartiere di San Siro a Milano, al centro di tre anni di lavoro - nel e con il quartiere - viene visto nel volume come un laboratorio di ricerca in questa direzione, un campo paradigmatico di osservazione e di interazione, che offre materiali inediti per cogliere alcune delle maggiori sfide della città contemporanea. Diseguaglianze sociali e spaziali, crescita di una molteplicità di forme di disagio abitativo grave, capacità di adattamento e di convivenza, diverso grado di accesso ai diritti, divengono elementi per riflettere su cosa si intenda oggi nella società della diversità per azione “pubblica” per la casa e l’abitare. Apprendere da questa condizione significa metterla alla prova nelle sue luci e ombre guardando ai problemi ma anche al patrimonio di risorse e di capacità che esistono e si sono venute sviluppando all’interno di questo contesti. Significa inoltre mettere alla prova, da un lato, i modi del fare ricerca e la loro capacità di rappresentare la complessità dei problemi e di supportare politiche più adeguate e sensibili alle situazioni locali e alle istanze sociali emergenti. Dall’altro riflettere sul senso dell’intervento pubblico sulla casa, oggi, mettendo in discussione l’assunzione implicita che una azione pubblica per l’abitare sia “cosa superata”.
Franco Angeli
9788891771827
casa, Milano, ricerca-azione, edilizia pubblica
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
9788891771827_Cognetti.pdf

Accesso riservato

: Publisher’s version
Dimensione 4.82 MB
Formato Adobe PDF
4.82 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/1071736
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact