L'articolo presenta un profilo esteso e inedito del lavoro dello studio brasiliano Metro Arquitetos Associados, legandolo all'esperienza dell'architettura moderna e contemporanea brasiliana e al caso della Scuola di São Paulo. Metro Arquitetos Associados, fondato a São Paulo nel 2000 da Martin Corullon e successivamente Gustavo Cedroni, rappresenta dopo quasi vent’anni di attività un punto di riferimento per l’architettura brasiliana e internazionale. Lo studio ha un legame profondo e radicato con São Paulo, una città complessa e impressionante, una delle più grandi megalopoli del mondo e anche il luogo di una straordinaria ricerca d’architettura che dal Moderno arriva fino a noi e che, pur nella varietà delle esperienze, identifica una tradizione, una Scuola paulista, legata all’opera di Lina Bo Bardi, João Vilanova Artigas, Paulo Mendes da Rocha, nomi che riguardano da vicino la biografia professionale di Metro Arquitetos. Lo studio collabora fin dalla fondazione, e ancora oggi frequentemente, con Paulo Mendes da Rocha, Pritzker Prize nel 2006 e uno tra i più grandi architetti viventi. Tra le ultime occasioni di questa collaborazione vi sono il museo e teatro Cais das Artes a Vitória (2011) e la galleria d’arte Leme a São Paulo (2012).

Scuola paulista: METRO, la “terza generazione”

Federico Bucci;Angelo Lorenzi
2018-01-01

Abstract

L'articolo presenta un profilo esteso e inedito del lavoro dello studio brasiliano Metro Arquitetos Associados, legandolo all'esperienza dell'architettura moderna e contemporanea brasiliana e al caso della Scuola di São Paulo. Metro Arquitetos Associados, fondato a São Paulo nel 2000 da Martin Corullon e successivamente Gustavo Cedroni, rappresenta dopo quasi vent’anni di attività un punto di riferimento per l’architettura brasiliana e internazionale. Lo studio ha un legame profondo e radicato con São Paulo, una città complessa e impressionante, una delle più grandi megalopoli del mondo e anche il luogo di una straordinaria ricerca d’architettura che dal Moderno arriva fino a noi e che, pur nella varietà delle esperienze, identifica una tradizione, una Scuola paulista, legata all’opera di Lina Bo Bardi, João Vilanova Artigas, Paulo Mendes da Rocha, nomi che riguardano da vicino la biografia professionale di Metro Arquitetos. Lo studio collabora fin dalla fondazione, e ancora oggi frequentemente, con Paulo Mendes da Rocha, Pritzker Prize nel 2006 e uno tra i più grandi architetti viventi. Tra le ultime occasioni di questa collaborazione vi sono il museo e teatro Cais das Artes a Vitória (2011) e la galleria d’arte Leme a São Paulo (2012).
Brasile
Museografia
Architettura contemporanea
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
CB883profiloMetrobr-ilovepdf-compressed.pdf

Accesso riservato

: Publisher’s version
Dimensione 10.14 MB
Formato Adobe PDF
10.14 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/1058213
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact