Lavorare con lo spazio e con il tempo: il progetto urbano come processo incrementale e flessibile