La vicenda degli scali ferroviari conferma la tesi che la rigenerazione urbana non è un processo lineare. La proposta di trasformazione prende avvio al termine della stagione urbanistica di riqualificazione dei grandi impianti dismessi di Milano, ma segna una discontinuità rispetto alle politiche consolidate per la città. Il contributo intende evidenziare i molteplici aspetti originali di questo processo, che ha investito una dimensione territoriale significativa, ma soprattutto è maturato attraverso un percorso fortemente conflittuale, in un’arena particolarmente critica. Il progetto urbanistico ed infrastrutturale ha intercettato infatti numerose questioni sostanziali della disciplina, di natura spaziale, negoziale e regolamentare, si è alimentato nell’ascolto attivo della cittadinanza e ha provato ad esplorare fattivamente il tema della infrastrutturazione ecologica e sociale. La ratifica dell’Accordo di Programma e l’approvazione contestuale del Documento di Visione Strategica, nell’estate 2017, chiudono una fase ma aprono anche verso un racconto plurale della complessità della metropoli contemporanea.

Rigenerazione urbana al plurale. La trasformazione degli scali ferroviari a Milano

L. Pogliani
2017-01-01

Abstract

La vicenda degli scali ferroviari conferma la tesi che la rigenerazione urbana non è un processo lineare. La proposta di trasformazione prende avvio al termine della stagione urbanistica di riqualificazione dei grandi impianti dismessi di Milano, ma segna una discontinuità rispetto alle politiche consolidate per la città. Il contributo intende evidenziare i molteplici aspetti originali di questo processo, che ha investito una dimensione territoriale significativa, ma soprattutto è maturato attraverso un percorso fortemente conflittuale, in un’arena particolarmente critica. Il progetto urbanistico ed infrastrutturale ha intercettato infatti numerose questioni sostanziali della disciplina, di natura spaziale, negoziale e regolamentare, si è alimentato nell’ascolto attivo della cittadinanza e ha provato ad esplorare fattivamente il tema della infrastrutturazione ecologica e sociale. La ratifica dell’Accordo di Programma e l’approvazione contestuale del Documento di Visione Strategica, nell’estate 2017, chiudono una fase ma aprono anche verso un racconto plurale della complessità della metropoli contemporanea.
rigenerazione urbana; processi conflittuali; ascolto attivo; infrastrutture ecologiche; servizi sociali; scali ferroviari
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
UI_272_rid_Pogliani_Rigenerazioneurbana (1).pdf

Accesso riservato

Descrizione: articolo principale
: Publisher’s version
Dimensione 1.53 MB
Formato Adobe PDF
1.53 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/1039678
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact