In questo lavoro si discute l’efficacia degli interventi eseguiti sulla chiesa bizantina di S. Nicola a Mesopotam, in Albania, che avevano lo scopo di consolidare l’edificio riportandolo, al contempo, ad una presunta configurazione pre-settecentesca. Sono stati sviluppati due modelli ad elementi finiti della chiesa così com’era fino al 2009 e nelle sue attuali condizioni. I modelli cercano di riprodurre quanto più fedelmente possibile le principali caratteristiche geometriche dell’edificio, tenendo conto della natura macroscopicamente ortotropa dei materiali e delle principali fessure. I due modelli sono stati sottoposti ad analisi elastiche lineari, sotto l’azione del peso proprio e di carichi orizzontali equivalenti al sisma secondo la normativa italiana. I risultati numerici mostrano che, in presenza di sisma, le sollecitazioni nell’edificio crescerebbero notevolmente a causa dei discutibili interventi eseguiti. La rimozione di un contrafforte si rivela un’operazione, se non dannosa, quantomeno controversa.

IL RESTAURO DELLA CHIESA DI SAN NICOLA A MESOPOTAM: UN INTERVENTO IN CHIAROSCURO

CONDOLEO, PAOLA;TALIERCIO, ALBERTO
2017

Abstract

In questo lavoro si discute l’efficacia degli interventi eseguiti sulla chiesa bizantina di S. Nicola a Mesopotam, in Albania, che avevano lo scopo di consolidare l’edificio riportandolo, al contempo, ad una presunta configurazione pre-settecentesca. Sono stati sviluppati due modelli ad elementi finiti della chiesa così com’era fino al 2009 e nelle sue attuali condizioni. I modelli cercano di riprodurre quanto più fedelmente possibile le principali caratteristiche geometriche dell’edificio, tenendo conto della natura macroscopicamente ortotropa dei materiali e delle principali fessure. I due modelli sono stati sottoposti ad analisi elastiche lineari, sotto l’azione del peso proprio e di carichi orizzontali equivalenti al sisma secondo la normativa italiana. I risultati numerici mostrano che, in presenza di sisma, le sollecitazioni nell’edificio crescerebbero notevolmente a causa dei discutibili interventi eseguiti. La rimozione di un contrafforte si rivela un’operazione, se non dannosa, quantomeno controversa.
Ingegneria forense, crolli, affidabilità strutturale e consolidamento - Tomo 2
9788857907208
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
044_condoleo-taliercio.pdf

Accesso riservato

: Pre-Print (o Pre-Refereeing)
Dimensione 956.71 kB
Formato Adobe PDF
956.71 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11311/1035104
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact