The reuse of urban property underutilized assets becomes an opportunity to an efficient and effective buildings management and to the supply of services for the community in terms of welfare, culture and work, generating new economic, social and environmental value. In relationship to their innovative features, the new functions linked to the actual dimensions of sharing work are emerging. The increase of these new types of sharing work and the insufficient knowledge about design and management of the relative “box” have urge the development of the research “Enhancement of abandoned or underutilized assets. Design for coworking”. The main goal of the research was to define, within the logic of the environmental technology design, the key points of the current framework.

La sempre maggiore incidenza dell’intervento sull’esistente a fronte delle nuove costruzioni fa sì che la valorizzazione del patrimonio costruito urbano, intesa come riconversione funzionale, diventi occasione per una sua efficace ed efficiente gestione, rispondendo alle mutate esigenze della collettività in termini di welfare, cultura e lavoro. In questa logica, tra le nuove destinazioni d’uso, emergono per il loro carattere innovativo le funzioni legate alle più attuali dimensioni del lavoro collettivo connesse alla sharing economy. L’aumento crescente di queste nuove realtà e la scarsa conoscenza degli aspetti progettuali e gestionali dei relativi “contenitori” hanno stimolato lo sviluppo della ricerca “Valorizzazione del patrimonio immobiliare dismesso o sottoutilizzato. Progettare per il coworking”, volta a delineare, secondo le logiche della progettazione tecnologica ambientale, il quadro attuale e a restituire una serie d’informazioni utili non solo alla conoscenza, ma anche alla progettazione di tali tipologie di spazi all’interno di edifici dismessi o sottoutilizzati e alla loro gestione.

Il riuso del patrimonio costruito: progettare per la sharing economy

BOLICI, ROBERTO;
2016

Abstract

La sempre maggiore incidenza dell’intervento sull’esistente a fronte delle nuove costruzioni fa sì che la valorizzazione del patrimonio costruito urbano, intesa come riconversione funzionale, diventi occasione per una sua efficace ed efficiente gestione, rispondendo alle mutate esigenze della collettività in termini di welfare, cultura e lavoro. In questa logica, tra le nuove destinazioni d’uso, emergono per il loro carattere innovativo le funzioni legate alle più attuali dimensioni del lavoro collettivo connesse alla sharing economy. L’aumento crescente di queste nuove realtà e la scarsa conoscenza degli aspetti progettuali e gestionali dei relativi “contenitori” hanno stimolato lo sviluppo della ricerca “Valorizzazione del patrimonio immobiliare dismesso o sottoutilizzato. Progettare per il coworking”, volta a delineare, secondo le logiche della progettazione tecnologica ambientale, il quadro attuale e a restituire una serie d’informazioni utili non solo alla conoscenza, ma anche alla progettazione di tali tipologie di spazi all’interno di edifici dismessi o sottoutilizzati e alla loro gestione.
BDC
The reuse of urban property underutilized assets becomes an opportunity to an efficient and effective buildings management and to the supply of services for the community in terms of welfare, culture and work, generating new economic, social and environmental value. In relationship to their innovative features, the new functions linked to the actual dimensions of sharing work are emerging. The increase of these new types of sharing work and the insufficient knowledge about design and management of the relative “box” have urge the development of the research “Enhancement of abandoned or underutilized assets. Design for coworking”. The main goal of the research was to define, within the logic of the environmental technology design, the key points of the current framework.
reuse, built environment, sharing economy
riuso, patrimonio costruito, economia collaborativa
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
BDC_rid.pdf

accesso aperto

: Publisher’s version
Dimensione 1.63 MB
Formato Adobe PDF
1.63 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11311/1007172
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact